time4 minuti di lettura

Deduzione forfettaria autotrasportatori: quando si applica l'agevolazione fiscale?

Deduzione forfettaria

Indice dei contenuti

Sei da poco approdato con la tua nuova ditta nel settore dei trasporti e hai letto da qualche parte dell’esistenza di una deduzione forfettaria per autotrasportatori, senza comprendere di cosa si tratta? Ci pensiamo noi a spiegartelo, con questa guida dedicata: buona lettura!

Un'introduzione alla deduzione forfettaria

Partiamo - come al solito - da alcune definizioni necessarie. Prima di addentrarci nel campo di applicazione del settore degli autotrasporti, è bene spiegare cosa significano i termini “deduzione” e “forfettaria”, così da rendere ancora più comprensibile l’argomento che tratteremo in questo articolo.

La “deduzione” - in ambito fiscale - è un’operazione che permette di sottrarre alcune spese dal reddito complessivo di un individuo, così che si riduca in questi termini la base imponibile sulla quale verranno applicate le imposte. Per sua natura si distingue dalla detrazione, in quanto questa si riferisce al pagamento - che avviene in seconda battuta - dell’imposta lorda da pagare.

Forfettario” invece si riferisce alla modalità di determinazione delle spese - a “forfait” - vale a dire applicando un coefficiente di redditività fisso che sarà diverso per ciascun contribuente. Si tratta di un particolare regime fiscale applicato per tutti coloro che possiedono una partita IVA individuale, e permette a costoro di ottenere alcune agevolazioni a proposito di spese forfettarie.

Sperando di averti aiutato a porre chiarezza, è normale che a questo punto ci si possa interrogare parecchio a riguardo. Cosa avrà mai a che fare - tutto questo - con l’albo degli autotrasportatori e più nello specifico il settore dei trasporti? Continua a leggere per scoprirlo!

Cos’è la deduzione forfettaria per autotrasportatori?

Insomma, dopo aver dimostrato le nostre competenze in ambito amministrativo e finanziario, passiamo ad affrontare il vero argomento cardine di questa guida: cos’è la deduzione forfettaria per autotrasportatori?

Si tratta di un vero e proprio aiuto di stato - messo a disposizione proprio dal Ministero dell’Economia e delle Finanze - per agevolare chi opera nel settore a ricevere proprio quella deduzione di cui abbiamo parlato nel primo paragrafo. L’articolo 66 comma 5 primo periodo del TUIR - il Testo unico Delle Imposte sui Redditi - cita queste esatte parole: “Per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa (autotrasporto merci per conto terzi) si tratta di una deduzione forfetaria per spese non documentate nella misura di 48 euro, che spetta una sola volta per ogni giorno di trasporto, indipendentemente dal numero dei viaggi.”

In pratica, solo l’imprenditore della ditta che effettua personalmente il trasporto potrà beneficiare della deduzione, tenendo conto che i 48 euro spetteranno esclusivamente sulla base di una singola giornata e non della totalità dei viaggi effettuati in uno stesso giorno. Sarà poi suo compito - in qualità di contribuente - compilare un prospetto documentale che conterrà tutte le informazioni relative agli spostamenti, gli estremi delle bolle di trasporto, le fatture e tutto ciò che ha in suo possesso: solo così - presentando quanto richiesto all’Agenzia delle Entrate - potrà ottenere la deduzione!

Deduzione forfettaria autotrasportatori: cosa cambierà in futuro?

Non possiamo ancora sapere quali saranno le principali novità per il settore dei trasporti e se - ad esempio - verranno introdotte ed estese altre deduzioni in materia di trasferta. Quel che è certo, però, è che il Ministero si sta via via mobilitando per prevedere ulteriori agevolazioni per questa particolare categoria di lavoratori anche nei prossimi anni. Soprattutto perché questo mercato rappresenta una fetta sostanziale dell’economia del nostro Paese.

In ogni caso, se deciderai di aprire un’azienda di autotrasporti - oltre a dedicare la massima attenzione alla formazione degli autotrasportatori che collaboreranno per te - ricordati che potrai contare anche su questa forma di sostegno!

Oltre ad informarti sui trend di settore, magazzinieri.it può supportarti nella ricerca di personale per comporre la tua squadra di autisti e operatori della logistica: il tutto a partire dai nostri servizi di somministrazione di lavoro e outsourcing!

Ti è piaciuta la guida? Condividila!

Potrebbe interessarti...

Coniugare il tuo desiderio di aprire un'attività nel settore della logistica affiliandoti ad un brand come Amazon? Leggi questa guida e sarà possibile!
Leggi guida
I migliori consigli di magazzinieri.it per supportarti nella gestione del tuo cantiere edile!
Leggi guida
Se finora la gestione del tuo magazzino è sempre stata un'attività complessa, questa guida è fatta apposta per te!
Leggi guida