Homepage>Guide per le aziende>Competenze & Gestione nella Logistica>Diventare punto di ritiro pacchi: ecco come fare
time4 minuti di lettura

Diventare punto di ritiro pacchi: ecco come fare

Diventare punto di ritiro pacchi

Indice dei contenuti

Inutile negarlo: gli acquisti online - da qualche anno a questa parte - sono del tutto entrati a far parte della nostra quotidianità. Sempre più persone preferiscono fare shopping su Internet piuttosto che recarsi nei negozi fisici, aspetto che inevitabilmente porta un grande danno a chi già possiede uno store ma che scoraggia inoltre chi ha intenzione di aprirne uno. Eppure ogni fenomeno nuovo ed in rapida crescita porta con sé nuove opportunità di business che - anche quando inesplorate - possono rivelarsi molto strategiche se si hanno a disposizione gli strumenti per svilupparle. Strumenti che ti forniremo noi, in questo articolo scritto appositamente per aiutarti a diventare un pick up point!

Cosa sono e come diventare punto di ritiro pacchi

Chiunque operi nella logistica inversa sa bene che non sempre tutto procede come da programma. Anche quando i processi sono ben definiti e la gestione di un magazzino è molto accurata possono subentrare degli imprevisti, portando ad esempio chi lavora come corriere a rallentamenti, ritardi e tanto altro. Ed ecco che i punti di ritiro potranno rivelarsi un’ottima soluzione per far fronte a queste problematiche!

Un punto di ritiro pacchi - anche detto punto di consegna - non è altro che un esercizio commerciale che decide di offrire a terzi il servizio di custodia dei propri acquisti. Bar, tabaccherie, negozi, supermercati… Sono solo alcune delle tante attività che possono diventare punti di ritiro, e solitamente hanno tutte in comune queste due caratteristiche a loro supporto:

  • Lo spazio a loro disposizione è sufficientemente grande per poter riporre il maggior numero di pacchi possibile e accettare più richieste;
  • L’orario di apertura è molto ampio, per permettere agli individui di accedere a ritirare il pacco con più flessibilità durante la giornata.

Si tratta di condizioni obbligatorie? In parte sì, perché se non si è in grado di garantire questi due aspetti molto probabilmente la richiesta di diventare punto di ritiro potrebbe non essere accettata. Soprattutto perché lo scopo di questi luoghi è quello di facilitare gli individui che per i più disparati motivi non possono essere presenti in casa al momento della consegna del proprio ordine.

Ma come si diventa punto di ritiro pacchi? Oggi esistono davvero tantissimi e-commerce e marketplace ai quali è possibile appoggiarsi per offrire questo servizio. Lo sono ad esempio Amazon (con i suoi Amazon Locker), Zalando, Ebay, Poste Italiane, SDA e tanti altri! Tutto quello che dovrai fare sarà cercare i loro siti di riferimento ed effettuare la richiesta direttamente online, seguendo una procedura specifica per ogni network.

I benefici riscontrabili nel diventare un punto di ritiro

Sappiamo cosa starai pensando: perché favorire un servizio che potenzialmente è volto a danneggiare il retail fisico? Perché se possiedi un’attività e gli affari non vanno come vorresti, diventare un punto di ritiro potrebbe rivelarsi una strategia molto efficace. Innanzitutto, in termini di visibilità. I clienti che verranno a ritirare i propri pacchi dovranno comunque entrare all’interno del tuo negozio, e questo significa che potrebbero anche fermarsi ad acquistare. Ma c’è di più: potrai beneficiare di un compenso economico extra per ogni ritiro o consegna effettuata e godere inoltre di pubblicità gratuita da parte dell’azienda a cui ti sarai affiliato che ti riconoscerà come ufficiale punto di spedizione. Non male, vero?

Quanto guadagna un punto ritiro pacchi

Giunti a questo punto ci pare ovvio che tu voglia sapere a quanto ammonta il guadagno dei punti di ritiro pacchi, ma la risposta è che questi dipendono dalla diversa rete a cui deciderai di aderire. C’è chi corrisponde una percentuale fissa annuale, chi anche una piccola provvigione su ogni pacco ritirato dal cliente. Sicuramente non sono importi considerevoli, ma sommato a tutti gli altri vantaggi questo dovrà convincerti a diventare al più presto un punto di ritiro!

Scopri in che modo Jobtech può venire incontro alle tue esigenze di natura HR: con i servizi di ricerca del personale e outsourcing possiamo selezionare veri talenti da inserire nella tua squadra. Non vediamo l’ora di conoscerti!

Ti è piaciuta la guida? Condividila!

Potrebbe interessarti...

Desideri aprire una ditta di autotrasporti ma non sai come fare? Questa guida di magazzinieri.it corre in tuo supporto: leggila e scopri tutto quello che c'è da sapere!
Leggi guida
Gestire le rimanenze di magazzino non è mai stato così semplice: approfondisci l'argomento in questa guida dedicata!
Leggi guida
Tra i tuoi progetti c'è quello di aprire un magazzino di logistica? Scopri in questa guida come farlo!
Leggi guida