Homepage>Blog>Percorsi di Carriera nella Logistica>Addetto controllo qualità: come diventarlo, mansioni e stipendio medio
time4 minuti di lettura

Addetto controllo qualità: come diventarlo, mansioni e stipendio medio

Addetto al controllo qualità

Indice dei contenuti

Un ruolo caratterizzato da un’innata precisione e attenzione per tutto ciò che deve essere conforme al processo produttivo di un’azienda: di chi potremmo mai parlare, se non dell’addetto al controllo qualità? Questo articolo propone una descrizione del lavoro e alcuni dettagli da conoscere se si desidera intraprendere questo percorso di carriera.

Cos’è il controllo qualità?

Un’introduzione necessaria, utile a tutti coloro che non conoscono l’argomento. Il controllo qualità - chiamato quality control o quality assurance - è una procedura finalizzata all’accertamento della conformità di un prodotto rispetto a requisiti prestabiliti. In altre parole, si tratta di una verifica che viene eseguita per assicurarsi che il prodotto realizzato rispetti le specifiche. Il controllo qualità può riguardare una vastissima categoria di beni e non solo industriali, ma anche quelli alimentari, farmaceutici, cosmetici, metalmeccanici e così via.

Per quanto possa sembrare la fase finale di un processo, in realtà il controllo della qualità può essere effettuato in qualsiasi momento durante la produzione, sin dai principi della progettazione di un bene o prodotto fino alla sua realizzazione definitiva. Ad occuparsi di un’attività così importante deve esserci sicuramente un professionista esperto e competente, perché è proprio da lui che dipenderà l’esito positivo dell’intera procedura. E noi vogliamo approfondire più aspetti possibili sulla sua figura!

Chi è, cosa fa e come diventare addetto al controllo qualità?

L'addetto al controllo qualità, come abbiamo visto, è una figura professionale indispensabile per diverse realtà di più settori, da quello della logistica al manifatturiero, alimentare, metalmeccanico ma anche per aziende cartiere e così via. Molto spesso è ricercato come tecnico di laboratorio, perché di fatto è proprio tra provette e diversi composti che può svolgere le sue attività. E lui non si offende mica, anzi!

Chiaro quindi che le sue opportunità di impiego sono numerose e gli permettono di spaziare all’interno di più contesti, anche se ovviamente sarà necessario specializzarsi in modo specifico! Ma cosa fa, nel dettaglio, un addetto al controllo qualità? Le sue principali mansioni sono:

  • Verificare che i prodotti rispettino gli standard qualitativi stabiliti dall'azienda;
  • Gestire la documentazione relativa alla qualità dei prodotti;
  • Organizzare e gestire i controlli di produzione.

Come abbiamo anticipato, per diventare addetto controllo qualità è necessario possedere competenze specifiche a seconda del settore in cui si è impiegati, ma la cosa davvero essenziale è conoscere le normative e gli standard da applicare nelle fasi di controllo. Inoltre, possedere una buona conoscenza di materie quali chimica e statistica potrà sicuramente tornare comodo nel svolgere le proprie mansioni.

Addetto al controllo qualità alimentare

Una delle realtà in cui il controllo qualità assume un valore molto importante è quello della grande distribuzione alimentare. In questo caso si tratta di una procedura indispensabile volta ad assicurarsi che le caratteristiche organolettiche degli alimenti rispettino i requisiti stabiliti e che gli ingredienti utilizzati siano idonei e sicuri. Per questo tipo di procedura è ovviamente indispensabile l’intervento dell’addetto al controllo qualità alimentare, il massimo esperto della sua materia di competenza, che collaborerà con il direttore di supermercato per garantire il corretto funzionamento dell’intero processo.

Addetto al controllo qualità metalmeccanico

Un altro settore in cui la figura dell’addetto al controllo qualità è particolarmente richiesto è quello metalmeccanico, in cui questo professionista ha il compito di verificare che le caratteristiche meccaniche dei prodotti (cioè la resistenza, la tenacità e la duttilità) siano conformi con le normative e le leggi in vigore.

Stipendio medio dell’addetto al controllo qualità

Come abbiamo visto le sue sono responsabilità davvero importanti, quindi è normale che tu ti stia chiedendo se la sua retribuzione sia adeguata al ruolo. Diciamo che in linea di massima un addetto al controllo qualità mediamente guadagna 1500€ al mese, ma può arrivare anche fino ai 2.500€ se ci riferiamo ad un professionista che ha maturato una consolidata esperienza e che lavora per aziende di un certo livello, soprattutto di calibro internazionale. Insomma, leggermente di più di quanto guadagna un operaio!

Ora che tra te e questa professione non ci sono più segreti, ti aiuteremo a trovare l’opportunità di impiego perfetta per te!

Cerchi un lavoro come Addetto al Controllo Qualità? Inizia dai nostri annunci in evidenza
Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Ci sono un sacco di nuove offerte di lavoro che ti stanno aspettando!

?La password deve avere almeno 8 caratteri
?Te lo chiediamo per mostrarti i lavori più vicini a te

Potrebbe interessarti...

In Italia l'operaio è una figura presente all'interno di moltissime aziende, ricoprendo un ruolo di estrema importanza. A proposito della sua retribuzione ci si chiede sempre se questa sia adeguata, per questo abbiamo deciso di scoprirlo!

Leggi articolo

Abbiamo pensato a come poter sostenere i professionisti della logistica del domani, ecco perché un articolo per supportare un magazziniere nella scrittura del suo CV!

Leggi articolo

Sei appassionato di motori? Allora la professione di meccanico sarebbe davvero perfetta per te: scoprila in questo articolo!

Leggi articolo